Al caminetto con la Parola di Dio

Questa rubrica raccoglie alcune riflessioni sulla Parola di Dio festiva, preparate comunitariamente ogni settimana. Il sussidio vuole rispondere a una duplice esigenza, avvertita ormai da tutti: a) giungere all'ascolto della Parola di Dio della messa festiva avendola già meditata in modo serio e approfondito; b) adeguare sempre meglio l'omelia o la catechesi alla sensibilità e alle situazioni concrete dei fedeli. Il cammino compiuto da ormai quarant’anni ha dimostrato che tale metodo anche se non è l'unico o l'ottimo migliora la qualità e i contenuti dell'omelia. Così esso diventa un prezioso servizio che i laici offrono al sacerdote e il sacerdote offre alla comunità dei fedeli. Dopo questa esperienza in gruppo, si è sentita l'esigenza di offrire anche una "traccia" scritta perché la riflessione continui durante la settimana in famiglia. Ora il testo è disponibile attraverso internet: il nuovo ‘caminetto’, ove la famiglia può riunirsi attorno al fuoco dello Spirito Santo. Accogliamo l’invito della Chiesa preparando un cuore ben disposto all'ascolto vivo e vissuto della Parola di Dio.

Quinta Domenica fra l'anno

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 8 February 2014

verdeVoi siete il sale della terra e la luce del mondo.    

Letture: Isaia 58,7‑10; 1 Corinzi 2,1‑5; Matteo 5,13‑16.                      

1 - La fonte ‑ S. Paolo afferma che la testimonianza dell'amore infinito di Dio Padre per le sue creature è duplice: a) Gesù Cristo, e questi crocifisso; b) lo Spirito Santo, manifestazione della sua potenza. Essi dunque sono le due braccia del Padre, cioè la duplice fonte da cui promana la luce della vita divina e il sale della sapienza celeste.

Continua

Tags:

Quarta Domenica fra l'anno

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 30 January 2014

verdeDio ha scelto ciò che nel mondo è nulla per ridurre a nulla ¬le cose che sono: nessuno si vanti davanti a Dio.    

Letture: Sofonia 2, 3; 3,12 13; 1 Corinzi 1, 26 31; Matteo 5, 1 12.                      

Il Discorso della montagna, rivela all'uomo la vera essenza della felicità. Le beatitudini sono otto punti, ma talmente collegati da compenetrarsi a vicenda in modo inscindibile.

Continua

Tags:

Terza Domenica fra l'anno

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 24 January 2014

verdeConvertitevi perché il Regno dei cieli è vicino Seguitemi, vi farò pescatori di uomini.    

Letture: Isaia 8,28b-9, 1 3; I Corinzi 1, 10-13-17; Matteo 4, 12 23.                      

1 - Galilea delle genti – ‘Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse’ (Isaia). Il Figlio di Dio, fatto uomo, inizia la grande avventura con gli uomini: maestro di vita, medico delle anime e dei corpi, liberatore da ogni forma di schiavitù dal male. Egli è venuto a portare la luce della verità nella vita umana, cioè un progetto che unisce l'uomo a Dio. Questa è la gioia che produce il lieto annunzio della salvezza a tutto il mondo: Galilea delle genti!

Continua

Tags:

Seconda Domenica fra l'anno

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 17 January 2014

verdeEcco l'Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.    

Letture: Isaia 49, 3 5. 6; 1 Corinzi 1 3; Giovanni 1, 29 34.                      

1 - L'agnello pasquale - Giovanni Battista presenta al mondo Gesù come l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo: figura commovente di dolcezza, mansuetudine, innocenza. L'immagine dell'agnello, preannunziato nel sacrificio di Isacco, rievoca il sacrificio pasquale degli ebrei, nel ricordo della liberazione dalla schiavitù dell'Egitto, e infine la passione di Cristo sul Calvario, quale la descrive il profeta Isaia: ‘Egli sarà trafitto a causa dei nostri peccati, schiacciato per i nostri crimini; ma grazie alle sue piaghe noi saremo guariti’.

Continua

Tags:

Battesimo del Signore

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 9 January 2014

gialloGiovanni Battista vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba su Gesù.    

Letture: Isaia 42,1-4.6-7; Atti 10, 34-38; Matteo 3, 13-17.                      

1 - Dal Mar Rosso al Giordano – Il popolo ebraico iniziò il suo cammino di liberazione dalla schiavitù dell’Egitto attraversando il Mar Rosso e lo concluse passando il fiume Giordano per entrare nella Terra promessa. Anche Gesù, chiedendo a Giovanni Battista il battesimo, inizia ufficialmente al Giordano la sua missione di Redentore, che lo porterà un giorno fino al Calvario per donare il suo Sangue al mondo: dal Giordano al mar Rosso della sua morte in croce. Giovanni tenta di schermirsi quando Gesù gli chiede il battesimo, ma Gesù insiste e gli spiega il perché: ‘Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia’(Vangelo). Per compiere ogni giustizia, conviene che proprio Gesù, l’innocente senza macchia di colpa, assuma su di sé i peccati degli uomini per distruggerli con la sua morte.

Continua

Tags:

Epifania del Signore

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 27 December 2013

gialloLa Gloria del Signore brilla sopra di te!    

Letture: Isaia 60, 1 69; Efesini 3, 2 3. 5 6; Matteo 2, 1 12.                      

1 - Tutti chiamati – L’Epifania è la festa della chiamata universale alla Salvezza: ‘I Gentili (non ebrei) sono chiamati in Cristo Gesù a partecipare alla stessa eredità, a formare lo stesso corpo e ad essere partecipi della promessa per mezzo del Vangelo’ (S.Paolo). La redenzione di Gesù Cristo è ormai offerta a tutti: in Lui tutti sono invitati a far parte della famiglia di Dio.

Continua

Tags:

Maria, Madre di Dio

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 27 December 2013

gialloDio mandò il suo Figlio, nato da donna, perché riceves¬simo l'adozione a figli.    

Letture: Numeri 6, 22 27; Galati 4, 4 7; Luca 2, 16 21.                      

1 - Un Padre e una Madre - Oggi, ottava di Natale, la Chiesa onora Maria come Madre di Dio: Gesù è il Figlio di Dio fatto uomo. Il Natale diventa così festa dell'umanità intera, perché in Maria è onorata la maternità di tutte le donne, come in Gesù è onorata la fraternità di tutti gli uomini. In effetti, è sempre festa quando nasce un figlio, non solo di un papà e di una mamma, ma di tutta la famiglia. Oggi è la festa di Maria: la creatura più umile e più alta, ma è anche festa di tutta la Chiesa perché Maria ha ricevuto Gesù non per se stessa, ma per donarlo a tutti noi. Ella sempre ce lo dona, ce lo mette in braccio, anzi, nel cuore perché sia tutto nostro.

Continua

Tags:

Natale Del Signore

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 23 December 2013

gialloGloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che Egli ama.    

Letture: Isaia 9, 2 4. 6 7; Tito 2, 11 14: Luca 2, 1 14.                      

1 - Il nostro Natale - Ancora una volta ci affacciamo alla grotta di Betlemme, affascinati dalla bontà infinita di Dio che non cessa di amarci e aiutarci, ma anche pressati dalla situazione attuale così drammatica del mondo. Non possiamo limitarci a guardare e ammirare Gesù Bambino sulla paglia: è tempo di inginocchiarci accanto a Maria e Giuseppe per adorare, chiedere perdono e rifarci un cuore nuovo. Come? Con i tre valori che ci presenta quel Bimbo inerme, che ci disarma con la sua mite umiltà, la sua totale obbedienza, il suo amore misericordioso.

Continua

Tags:

Quarta Domenica Di Avvento

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 19 December 2013

violaEcco, la Vergine concepirà e partorirà un figlio, che sa¬rà ‘Dio con noi’.    

Letture: Isaia 7, 10 14; Romani 1, 1 7; Matteo 1, 18 24.                      

1 - Il segno di Dio - Il profeta Isaia presenta Maria come centro di tutte le opere della salvezza, di tutti i gesti o segni che annunciano il Salvatore: ‘Il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele: Dio con noi’. Maria è la creatura che per vocazione divina è ‘termine fisso d'eterno consiglio’ (Dante). Lo è da sempre e lo sarà sempre più.

Continua

Tags:

Terza Domenica di Avvento

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 12 December 2013

violaDite agli smarriti di cuore: Ecco, viene il vostro Dio a salvarvi.    

Letture: Isaia 35, 1 6. 8-10; Giacomo 5, 7 10; Matteo 11, 2 11.                      

1 - Cresce la gioia - Le voci di Isaia, del Battista, di Paolo e di Giacomo si accordano sul tema dell'imminenza dell'arrivo di Cristo: ‘Rallegratevi sempre nel Signore, ve lo ripeto, rallegratevi, il Signore è vicino’! La profezia lascia il posto alla realtà. Non rimandiamo ad altri tempi la venuta del Salvatore: Egli è già in mezzo a noi. Anche oggi molti smarriti di cuore si chiedono e chiedono alla storia: ‘Sei tu colui che deve venire o dobbiamo attenderne un altro’? Cristo, evidentemente, non convince ancora attraverso la sua Chiesa e le vicende attuali...

Continua

Tags:

137 38 39 40 4145