Ventisettesima Domenica in fra l'Anno

Posted by Padre Eugenio Cavallari on 4 October 2013

verdeSe aveste fede quanto un granellino di senapa, potreste dire a questo gelso: Sii sradicato e trapiantato nel mare, ed esso vi ascolterebbe    

Letture: Abacuc 1,2 3; 2,2 4; II Timoteo 1,6 8.13 14; Luca 17,5 10.                      

1 - C'è una scadenza - Il profeta Abacuc solleva un grosso problema, che costituisce uno scoglio enorme per ogni credente e per l'onesto: Perché Dio non interviene di fronte all'iniquità: oppressione, violenza, contese, rapine degli uomini? La risposta è rassicurante: C'è un termine anche per il male: Dio lo conosce. Se la soluzione indugia, non disperiamo. Soccombe colui che non ha l'animo retto, mentre il giusto vivrà per la sua fede. Ecco quindi la prima risposta all’onesto e al credente: la fede e l’onestà è fiducia incrollabile nella giustizia di Dio.

2 - Il giusto vive di fede - S.Paolo ci spiega che questa fede è un dono di Dio che alimenta tutta la vita buona e onesta del giusto: la salvezza operata da Gesù Cristo, morto per i nostri peccati e risorto per la nostra giustificazione. Gesù ha vinto il mondo del male e ha liberato l'uomo donandogli la sua stessa vita. La fede è il "deposito", tanto dell’onestà quanto della vita eterna!

3 - “Se aveste fede" - Gesù ci implora: abbiate fiducia, abbiate fiducia incrollabile nel mio amore, nella mia misericordia, nella mia divina assistenza! La fede è una forza irresistibile che dà fondamento a tutta la nostra vita. È l’unica ROCCIA su cui edificare. Anche dal punto di vista umano, la fede fonda qualsiasi attività, progetto, rapporto sociale con gli altri. Se non mi fido di nessuno, mi isolo da tutto! La vita dell'uomo si regge per forza su un unico atto di fede. Tanto più nei confronti di Dio. La fede è abbandonarsi serenamente in braccio all'amore di Dio, restare con ferma speranza aggrappati a Lui! La nostra risposta sia ogni giorno: ‘Signore, donaci questa fede’; ‘Signore, aumenta la nostra fede’!

4 - Punti concreti - La fede non è il frutto di ragionamenti umani o un semplice atteggiamento di rispetto o un sentimento che ammette solo l'esistenza di Dio. La fede è innamorarsi di Dio e mettere insieme la nostra vita con la sua. Credere è dare il cuore, la libertà, tutto nel ‘sì’ dell'amore. Il mondo contemporaneo ha urgente bisogno di vedere questa fede dei credenti per accorgersi che Dio riempie di sé l'uomo e la sua storia.

Tags: